.
Annunci online

volontariPD
statuto del partito democratico


Diario


31 marzo 2007

BOZZA ITINERANTE DI MANIFESTO-STATUTO REGIONALE

                                       DICHIARAZIONE DEI DIRITTI E DEI DOVERI DEI PRE-ADERENTI
Alla Margherita-DL e ai Democratici di sinistra riconosciamo con la proposta del partito democratico il merito della rinascita delle idee, della passione, della volontà di fare politica.
Rivendichiamo il diritto di organizzarci per diffondere e realizzare le idee in cui crediamo.
La maggioranza ha il diritto di dirigere il partito con il Manifesto e lo Statuto ed è nostro dovere diffonderlo ed osservarlo.
Per costruire un grande partito democratico e riformista debbono confrontarsi due concezioni diverse della politica, l’una indispensabile all’altra.

  • Il partito delle istituzioni che deve garantire il governo del paese;
  • il partito popolare delle primarie, quello delle persone iscritte e non iscritte, quello della passione politica, della volontà di fare, quello delle idee che deve costituire la base del partito e governarlo.

Noi pre-aderiamo al partito democratico di centro e di sinistra nella consapevolezza che:

  • compito di un partito riformista è quello di comporre nell’interesse generale la diversità politica, sociale, economica della sua base;
  • la coscienza politica della sua base - formatasi nella memoria delle persone che nel corso della storia nazionale hanno sacrificato la loro vita per le idee di libertà, uguaglianza, fraternità, solidarietà - deve essere diretta in primo luogo alla tutela dei diritti dei più deboli.

Il compito che ci assumiamo è grande e per conseguirlo occorre che concentriamo tutte le nostre forze nel diffondere le idee in cui crediamo sulla forma e sulle regole del partito nei quartieri, nelle città, nei luoghi affollati dalle donne e dai giovani.
Il nostro compito è quello di spiegare alle elettrici ed agli elettori delle primarie e a tutte le persone che vogliono partecipare che c’è bisogno di esse per costituire la base del partito e per discutere ed approvare i principi con i quali deve essere scritto il Manifesto e lo Statuto regionale di un grande partito democratico e riformista.
Noi ne proponiamo alcuni, consapevoli che la loro diffusione, il loro sviluppo, la loro realizzazione vanno oltre la fondazione del nuovo partito.
_____________________________________________________________________________________________________________________
(per saperne di più
www.rivieraconero.com/partitodemocratico/)
_____________________________________________________________________________________________________________________

  • diritto delle Regioni di darsi un proprio statuto;
  • il partito Democratico è fondato sulla base delle persone iscritte;
  • il potere nel partito appartiene alla base che lo esercita attraverso i suoi organi;
  • diritto-dovere di ogni persona iscritta di partecipare alla formazione degli organi del partito;
  • diritto di esercizio del potere in ragione dei voti ricevuti o del numero delle persone iscritte;
  • incompatibilità fra incarichi di partito ed istituzionali;
  • diritto di presenza al 40% per le donne negli organi del partito;
  • diritto delle persone iscritte a riunirsi in assemblee o luoghi pubblici fornendo loro i mezzi necessari;
    diritto di voto ai sedicenni;
  • dovere della persona iscritta di finanziare il partito in ragione non inferiore all'uno per mille delle proprio reddito annuo con un minimo e modalità di versamento da stabilirsi;
  • nella fase che precede il Congresso di fondazione del partito, l'iscrizione ad esso avviene in assemblee pubbliche da tenersi nelle Province e nei Comuni della Regione.

COMITATO PROMOTORE di Ancona




permalink | inviato da il 31/3/2007 alle 22:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        luglio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE


CERCA