.
Annunci online

volontariPD
statuto del partito democratico


Diario


30 gennaio 2007

Per lo Statuto del Partito democratico

http://www.rivieraconero.com/partitodemocratico/

Si comincia a parlare di uno statuto del Partito Democratico.
 
Per immaginare uno statuto, occorre delineare il processo democratico che si svilupperà dalle decisioni prese dai due maggiori partiti del centro-sinistra:
  • essi con una scelta non priva di coraggio hanno deciso di tenere nei prossimi mesi un congresso che sancirà la rinuncia al loro nome e l'adesione al costituendo PD;
  • dichiarano pubblicamente ed in modo insistente che il PD non può essere fatto solo di essi;
  • con questa affermazione anche se non lo dichiarano in modo esplicito, esprimono la volontà di aprirsi maggiormente alla società, in quanto avvertono l'esigenza di un rinnovamento della classe dirigente.
Per rendere operante la volontà di aprirsi maggiormente alla società, i due partiti saranno chiamati a stabilire i principi che dovranno informare il processo democratico di costruzione del Partito democratico:
  • come premessa: il riconoscimento - nei momenti fondamentali della vita democratica del  partito - alla Persona, ad ogni persona del diritto di essere elettore ed eletto in cambio del dovere di partecipazione della Persona atta a garantire scelte consapevoli e responsabili;
  • il riconoscimento del diritto delle regioni a darsi uno statuto autonomo;
  • ed infine, affidare in fase transitoria l'avvio del processo democratico al partito regionale di maggioranza relativa, scelta solo in apparenza più difficile se si accetta la premessa.
Tuttavia quanto sopra non impedisce a Persone singole od associate di immaginare e discutere fin d'ora lo statuto del futuro e prossimo partito.
Premesso che:
  • lo statuto di un partito è la sua legge;
  • una legge è tanto più praticata ed osservata quanto più è semplice, chiara, breve.
Propongo alla vostra lettura e critica i primi passi di una bozza di statuto regionale.
 
STATUTO REGIONALE DEL PARTITO DEMOCRATICO (bozza)
Capitolo I - PRINCIPI
Il potere del partito appartiene alla Persona che lo esercita attraverso gli organi che elegge.
Il partito è l' organizzazione dove la Persona in cambio della partecipazione realizza i propri diritti politici: il diritto di parlare, votare, essere eletta, esercitare il potere in ragione dei voti ricevuti.
La Persona come elettore ed eletto finanzia il partito.
Lo statuto è la legge del partito che regola la piena attuazione dei diritti politici della Persona.
Capitolo II - L'ORGANIZZAZIONE DEL PARTITO
Gli organi del partito sono:
  • l'Assemblea comunale;
  • il Comitato comunale;
  • l'Assemblea regionale;
  • il Comitato regionale.
Capitolo III - ASSEMBLEA COMUNALE
L'Assemblea comunale viene convocata entro il 31 dicembre precedente alle elezioni politiche in un giorno festivo con inizio alle ore 8.
Ha diritto di voto e di elezione la Persona che entro le ore 10 del giorno stabilito per l'Assemblea si presenta al Comitato elettorale che in cambio del deposito di un documento di indentità o permesso di soggiorno, consegna una scheda elettorale.
Ha diritto di elezione la Persona che per gravi motivi sia impedita a partecipare all'Assemblea.
Il ritiro della scheda elettorale deve avvenire dopo la conclusione del dibattito.
L'Assemblea verrà presieduta dal Segretario comunale che adempierà ai seguenti compiti:
  1. costituzione del Comitato elettorale, scelta dei suoi componenti fra gli aventi diritto al voto;
    compiti del Comitato elettorale:
    • nomina di un presidente;
    • registrazione dei documenti di riconoscimento;
    • consegna delle schede elettorali;
    • registrazione ed esposizione all'Assemblea dei nominativi delle persone che hanno chiesto di esercitare il diritto di parola;
    • spoglio delle schede;
    • redazione e firma del verbale di elezione.
  2. facoltà di nomina di una Segreterìa dell'Assemblea;
  3. rendiconto delle attività del Comitato comunale;
  4. ore 10: apertura e direzione del dibattito;
  5. ore 12: dichiarazione di conclusione del dibattito;
  6. lettura del verbale e proclamazione degli eletti al Comitato comunale e del Segretario comunale quale eletto con il maggior numero dei voti.
Ci fermiamo qui.

http://www.rivieraconero.com/partitodemocratico/




permalink | inviato da il 30/1/2007 alle 19:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia            marzo
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE


CERCA